RSS

Archivio mensile:giugno 2011

Tavolino Pannello

Un pannello di acciaio inox riciclato da un elettrodomestico rotto può, con poca manodopera e fantasia, diventare un bel tavolino con superficia riflettente e molto resistente.

La foto da un’idea chiara dell obiettivo da raggiungere: oltre che del pannello abbiamo bisogno di 4 ruote con vite, da avvitare a dei supporti in legno (o altro materiale), che andranno incollati nella parte inferiore del pannello.

Qualcuno mi ha suggerito che lo stesso lavoro, con un risultato più fantasioso, lo si può fare con alcuni modelli di sportelli di un forno, dando una forma più originale al tavolo!

Buon divertimento!

 

Fonte: [Oggetti Belli riciclando]

Andrea Noli

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su giugno 22, 2011 in Metalli

 

Vanke Center – un grattacielo ecosostenibile in Cina

Oggi come oggi non possiamo più sostenere che non si possa costruire edificili completamente ecosostenibili. Sono molti anni che i più grandi architetti del mondo ce ne danno stupefacenti dimostrazioni. Uno tra tutti: Renzo Piano con la sua spettacolare e energeticamente autonoma “California Academy of Science” a San Francisco (assolutamente da vedere!).

Mi sembra quindi doveroso riportare pari pari un articolo di Libero di oggi che ha come oggetto un grattacielo pienamente ecosostenibile, costruito in Cina.

“…Ecco che in Cina, nella città di Shenzen, arriva il primo grattacielo orizzontale. Un complesso incantevole quello creato da Steven Holl per il Vanke Center, nonché vincitore del più grande concorso per le costruzioni sostenibili.  Per la prima volta dunque il grattacielo con la sua “solita” forma cede il passo ad una costruzione non solo moderna, ma propriamente “del futuro”.

Il Centro infatti, contrariamente ai suoi simili che sporgono e svettano verso l’alto, si pone in un piano di sviluppo dinamico, orizzontale. Si estende per ben 60.000 mq sviluppandosi per blocchi, grandi parallelepipedi vicino a colonne verticali ed il tutto si interseca formando questa splendida costruzione della nuova era. Quando quest’anno il progetto ha ricevuto dall’ American Institute of Architets un Honor Award, è stato descritto con queste parole: “Una forma potente, una tipologia architettonica ripensata, che fluttua sul paesaggio”. Questo premio a livello internazionale è uno dei più grandi mai attribuiti.

Al suo interno dunque il Vanke Center ospita appartamenti, un hotel, un centro conferenze ed una Spa. Ciò che lo rende ancora più affascinante è l’essere costruito al di sopra di un giardino tropicale, quindi si sviluppa interamente sollevato. Tutte le soluzioni qui studiate sono rigorosamente ecosostenibili: dal riciclo delle acque grigie ai pannelli fotovoltaici sul tetto del complesso. Pavimenti a arredamento sono stati realizzati con materiale da riciclo. Tutto è strettamente legato quindi alla sostenibilità. Per ogni piano l’edificio aveva avuto una differente funzione e a livello interno la connessione dei differenti piani crea una vera e propria opera d’arte. La giuria ha sottolineato quindi non solo come il Vanke Center trasformi il panorama circostante, quanto piuttosto si integri bene con esso. .Tecniche di costruzione innovative e tecnologie all’avanguardia per il grattacielo orizzontale, che ha avuto l’onore di ricevere anche il premio di migliore progetto verde per il Good Design e Good Business Awards.”

Fonte : [http://viaggi.libero.it/news/27870090/il-quotnuovoquot-grattacielo?refresh_ce]

 
 

Diffusore luce con bicchieri di plastica

Qualche tempo fa mi é capitato di sfogliare un libro dedicato alla creazione di lampade artistiche con oggetti di recupero e mi sono ripromesso di pubblicare almeno la metà delle creazioni che ho visto. Comincio con quella che, tra tutte, é più aderente allo spirito di riutilizzo del blog.

Questa lampada/diffusore é composta da un’applique, una base di legno (perché va poi appoggiata per terra), e una serie di bicchieri trasparenti di plastica. Ritengo giusto precisare che, per essere coerenti con le idee che tratto, i bicchieri devono provenire da riutilizzo (possiamo recuperarli dopo una festa, metterli a lavare e metterli da parte). Sarebbe infatti persino contrario allo spirito del riciclo se li prendessimo apposta nuovi!

L’effetto finale, come si vede in foto, é spettacolare, ma ci va un discreto lavoro. Ritengo che la parte più lunga consista nel graffettare assieme i bicchieria forma di cupola.

Inserisco sotto anche la scansione di una delle pagine di spiegazione, per maggiore chiarezza:

Ciao ciao,

Andrea Noli

Fonte: [Fantasia di Lampade – Edibrico]

 
Lascia un commento

Pubblicato da su giugno 17, 2011 in Plastica

 

Un party ecosostenibile

E’ cominciata, tempo permettendo, la stagione delle feste e delle grigliate. Tra un piatto ed un altro é meglio non dimenticarsi che alla fine di questi parti vengono buttati via chili e chili di scarti non recuperabili, alle volte solo perché non si sa bene dove é bene buttarli.

O, più semplicemente, perché non facciamo attenzione a ciò che usiamo! Metto qui sotto un link interessante ad un articolo pubblicato da atelierdelriciclo.org

http://www.atelierdelriciclo.org/2011/06/08/come-organizzare-un-party-sostenibile-senza-spendere-un-patrimonio/

Se mettiamo da parte la pigrizia e la schizzinosità, con semplici scelte possiamo risparmiare molti sacchetti di spazzatura. Come?

1.Bicchieri e piatti in policarbonato, vetro e porcellana, al posto di quelli di “Carta” o plastica.

2.Posizioniamo più sacchi differenziabili anziché uno solo!

3.Mettiamo in tavola cibo che non abbia un eccessivo volume di involucri, soprattutto verdura, frutta, etc…

E molti altri

 

Fonte : [Atelierdelriciclo.org]

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su giugno 8, 2011 in Carta, Generale, Plastica