RSS

Archivio mensile:luglio 2011

Fiori con Bottoni e Fil di ferro

Con una dose di fantasia e creatività si possono creare piccoli gadget per la vita quotidiana o di contorno per i grandi eventi….

In allegato troverete fotografata l’idea di due miei amici di trasformare alcuni materiali, che singolarmente andrebbero buttati, in piccoli Fiori ornamentali. Questa curiosa creazione può servire per i più svariati scopi come : soprammobili,  pensierini, segnaposti, etc….

I materiali usati per questa creazione sono:

filo di ferro

bottoni

calze da donna (collant)

hai più intraprendenti lascio il compito di creare alternative a questo articolo………………

Fonte [Pratini Walter]

Annunci
 
 

TERRACYCLE

Non é la prima volta che sento parlare di aziende che recuperano  tessuti destinati al cestino, li ritrasformano e creano capi d’abbigliamento nuovi, originali e a volte molto stravaganti. La moda però, si sa, é guidata anche da ideali. Per questo credo che il successo di Terracycle non sia un caso.

Cosa fanno quelli di Terracycle? Appoggiandosi ad una rete di collaboratori in tutto il mondo, raccolgono alcuni tipi di materiali destinati al cassonetto (molti di cui ancora oggi é difficile farne la differenziata!), li riconvertono per farli diventare oggetti nuovi in edizione limitata.

Sul sito ufficiale http://www.terracycle.net si trovano tutti i pezzi prodotti e le modalità per averli. Per i più attivi e volentrerosi c’é anche la spiegazione completa di compe partecipare mendando i rifiuti (c’é una lista specifica, non tutto é utilizzabile).

La linea ricorda moltissimo i capi in stile vintage che vanno di moda ora, spesso i pezzi sono effettivamente limitati!

 

Hotel Riciclato!

Parlando di rifiuti, a chi viene in mente una scena tanto desolante come quella di una spiaggia invasa dalla spazzatura? Tutti quelli che seguono il mio blog non potranno che essere d’accordo con me.

D’altra parte, é consolante pensare che una realtà affermata come l’azienda della birra Corona si é messa in gioco con un programma di salvaguardia delle coste europee con un iniziativa che con l’argomento del riciclo c’entra in pieno.

Attraverso il sito http://www.coronasavethebeach.org gli utenti possono votare una spiaggia e quella più votata sarà ripulita interamente dalla società della Corona! L’obiettivo che si sono posti é di salvare una spiaggia ogni anno e di continuare a sensibilizzare la gente con ulteriori iniziative.

Durante l’ultima Giornata Mondiale dell’Ambiente é stato inaugurato inoltre é stato inaugurato il primo Hotel fatto di rifiuti, del mondo!

Potete trovare ulteriori informazioni internet, ma in particolare qui :

http://www.coronasavethebeach.org/il-save-the-beach-hotel-fa-il-giro-del-mondo/

Fonte [millionaire | coronasavethebeach.org]

 

Vaso Lampada d’ambiente

Più mi guardo attorno e più mi rendo conto che moltissime persone fanno più o meno consapevolmente del riuso. Più o meno bello che sia, le questioni importanti sono l’utilità e il fatto che l’oggetto trasformato non raggiunga mai la discarica.

Girando per il lago di Como lo scorso fine settimana mi sono imbattuto in un paio di soluzioni niente male. Della prima vi parlo oggi; Sulle rive del lago, in un paesino in cui passa il battello, é sapientemente incasonato tra le case un piccolo ristorante dall’atmosfera tranquilla e rilassata, la cui sala é sistemata all’interno di un piccolo cortile.

Alle pareti, in alto e in basso, sono sistemate queste lampade, il cui guscio del vaso é stato tagliato ad hoc. Ovviamente l’oggetto é replicabilissimo, con qualsiasi tipo di vaso. Intensità e colore della luce la potete decidere tra decine di possibilità, percui…

Fonte : [non pubblicizzabile]

 

Decreto legge per il riuso!

Come sempre le cose cambiano, ognuna con i suoi tempi, ognuna con le sue resistenze. Il progresso é anche questo. I problema dei rifiuti é uno dei 5 problemi più gravosi per l’umanitàe nonostante le reticenze e la necessità di imporre delle regole, qualcosa sta cambiando.

ll 25 dicembre scorso é stato approvanto un nuovo Decreto sui Rifiuti (Dlg n. 205 del 3 dicembre 2010, recante ‘Disposizioni di attuazione della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 novembre 2008 relativa ai rifiuti e che abroga alcune direttive’) il quale comprende molte novità sulla gestione e il riutilizzo dei rifiuti.

Insomma, molto più che uno spiraglio; anche perché é annunciato l’arrivo di altri decreti che specificheranno meglio le misure e gli strumenti da adottare. Inutile dire che se venisse regolarizzato tale metodo di rinnovo, il mercato dell riutilizzo potrebbe passare da una realtà “culturale” e di “ideali” ad un’altra di vero e proprio status.

Questo é il link del documento consultabile e scaricabile direttamente dal sito del Ministero:

http://www.sistri.it/Documenti/Allegati/Decreto_Legislativo_205_del_3_dicembre_2010.pdf

Metto a disposizione un link di ilcambiamento.it, che già diverso tempo fa aveva dato la notizia.

http://www.ilcambiamento.it/riuso_riciclo/nuovo_decreto_rifiuti_riutilizzo.html

 

Fonti : [ilcambiamento.it | Associazione Culturale Mana Manà | Occhio del Riciclone]

 

 

 
Lascia un commento

Pubblicato da su luglio 13, 2011 in Internet Links, Notizie

 

I barattoli? in cucina!

Anche se l’alluminio é ormai quasi interamente riciclato (a patto di differenziarlo bene, ovviamente), vi propongo un’idea per riutilizzare i barattoli per le salse.

Le dimensioni le potete scegliere a piacimento. Più sono larghi più roba possono contenere. La foto a fianco mostra il risultato finale.

Tutto ciò che ci serve sono :

1.Delle latte di alluminio da buttare.

2.Della stoffa o del legno o qualsiasi altro meteriale utile per fare il supporto da attaccare al muro.

3.una smerigliatrice per ripulire la struttura della latta, più un prodotto per pulirla e disinfettarla (mi raccomando, ATTENZIONE ai bordi taglienti durante la lavorazione!!!)

4. Della vernice per mettalli, per interni (possibilmente a base d’acqua), per applicargli il colore che preferiamo.

Sebbene la foto la presenti come un’oggeto per cucina, gli usi possono essere dei più svariati (porta bottiglie per il vino, porta asciugamani o carta igienica, etc…)

Andrea

 
Lascia un commento

Pubblicato da su luglio 11, 2011 in Metalli

 

Tappeto da Asciugamani usati

In questi giorni sul sito Atelierdelriciclo.org é comparso un articolo interessantissimo che descrive come creare un orgiginale tappeto, artigianalmente, a partire da asciugamani usati.

Questo tipo di riutilizzo in realtà é già conosciuto da tempo e molti dei nostri nonni e genitori l’hanno fatto durante la loro vita almeno una volta, però di queste cose oggi ci dimentichiamo facilmente e sebbe stessi preparando un articolo apposito, ne approfitto per riprendere quello di atelierdelriciclo.org, che potete trovare QUI

In cosa consiste esattamente?

1.Semplice: prendiamo tutti gli asciugamani lisi che siamo riusciti a recuperare, li tagliamo in striscioline e mischiamo i colori.

2.Ora, andiamo in merceria e compriamo della rete quadrettata con una dimensione della rete che non sia troppo stretta, perché lungo le maglie della rete dobbiamo annodare una ad una ogni strisciolina.

3.Annodiamo come da foto sotto le striscioline e quando non avremo più spazio, et voila!

Una splendida variante é quella di aggiungere alle striscioline derivani da magliette di cotone che avremmo buttato. Sia il cotone che la spugna vanno bene, sono morbidi e assorbono.